Omnidermal Biomedics, Start-up fondata da alumni CDI, viene premiata dal Presidente della Repubblica Italiana

La Start-up Omnidermal Biomedics fondata da Alberto Uberti, Jacopo Secco, Paride Letizia e Vito Musci ex fellow ed alumni del Collège des Ingénieurs iItalia rispettivamente dell’intake 2015 e 2017, è stata conferita del “Premio Leonardo Start-up 2018” da parte del Comitato Leonardo, in quanto considerata realtà ad alto tasso di innovazione e fortemente tecnologica.

L’evento tenutosi a Palazzo Barberini è stato organizzato dal Comitato Leonardo, comitato nato nel 1993 su iniziativa comune di Confindustria e ICE e che ad oggi conta aziende associate che fatturano nel loro insieme oltre 321 miliardi di euro. Durante l’evento di quest’anno sono state  premiate le eccellenze del Made in Italy conferendo i Premi Leonardo 2018 a quelle aziende italiane simbolo di qualità, di innovazione e di tecnologia.  A presiedere l’evento, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte, il ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio, la presidente del Comitato Leonardo Luisa Todini, il presidente dell'Agenzia ICE Carlo Ferro e il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia.

Fondata nel gennaio del 2016, Omnidermal Biomedics basa il proprio core business sull’applicare l’intelligenza artificiale alla dermatologia implementando, con la collaborazione di medici e operatori sanitari, i dispositivi del futuro: facili da utilizzare, completamente automatizzati e dotati di intelligenza artificiale.

Omnidermal vuole fornire strumenti altamente tecnologici e affidabili agli specialisti in dermatologia nella fase di diagnosi e nell’assegnazione della terapia con l’obiettivo di aiutarli a monitorare le ulcere, e ridurre i tempi di guarigione e migliorare la qualità della vita dei pazienti.

Un esempio è il Wonder Viewer, un dispositivo di classe 1 in grado di acquisire e processare automaticamente in pochi minuti le immagini delle ferite e fornire allo specialista i parametri fondamentali delle lesioni e organizza le informazioni in cartelle cliniche digitali.

Il Collège des Ingénieurs si congratula con questo risultato e auguri agli alumni Alberto Uberti, Jacopo Secco, Paride Letizia e Vito Musci che questo sia solo uno dei tanti riconoscimenti che riusciranno ad ottenere nella loro carriera.

Torna indietro