La ricerca sulle reti neurali profonde di una fellow del Collège è stato pubblicato sul Nature

La ricerca di Martina Bodini, studente dell’Intake di Gennaio 2019, ha ricevuto un riconoscimento internazionale con la recente pubblicazione sul prestigioso giornale scientifico “Nature”.

In un recente articolo pubblicato da Nature, intitolato “Equivalent-accuracy accelerated neural-network training using analogue memory”, l’IBM Research AI team ha dimostrato la formazione di reti neurali profonde (DNN) attraverso grandi matrici di dispositivi di memoria analogica con la stessa precisone di un sistema basato su unità di elaborazione grafica (GPU). Si tratta di un importante passo avanti per la creazione di accelleratori hardware necessari per le prossime scoperte in tema di Intelligenza artificiale, in quanto per realizzare il futuro dell’AI sarà necessario ampliare notevolmente la scala dei calcoli dell’intelligenza artificiale.

Alla luce di questi risultati incoraggianti, il team ha già iniziato a esplorare la progettazione di prototipi di chip accelleratori hardware, nell’ambito di un progetto dell’IBM Research Frontiers Institute.

Martina Bodini, alumna del MBA CDI dell’Intake di gennaio, ha preso parte a questo progetto in veste di co-autrice della pubblicazione. Il Collège si congratula per questo notevole risultato!

Torna indietro